Lun. Mar 4th, 2024

ROMA – La sinistra usa sempre qualcosa per creare uno strumento per fare politica, e la fa sempre in maniera poco pulita usando tragedie per cercare di continuare a parlare. Oggi in Italia se non si fanno figli perché non si possono mantenere. Sparite le politiche sociali, le giovani coppie si limitano al massimo a un figlio. Ora però la sinistra sta usando questo cavillo per costruire una nuova cavia per far credere agli italiani che senza migranti l’Italia non ha più bambini, più falso di cosi si muore.

In gioco «c’è la nostra tradizione, la nostra storia, la nostra identità» e la sinistra sta usando la bassa natalità come una «scusa» per «importare migranti». Così il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, intervistato dal Times. Il ministro, riporta il Times, vede la bassa natalità come il problema numero 1 che l’Italia – con la seconda più vecchia popolazione al mondo – si trova ad affrontare. «Noi – ricorda – abbiamo creato un ministro della Famiglia perchè lavori sulla fertilità, sui bambini, su un sistema fiscale che tiene conto delle famiglie numerose». Nell’intervista Salvini sottolinea che «in questi ultimi due mesi abbiamo avuto 30mila arrivi di migranti in meno rispetto allo scorso anno» e che l’immigrazione era essenzialmente un problema di «occupazione» legato ad un eccesso di offerta di lavoro manuale. «L’obiettivo – aggiunge – è avere un’immigrazione legale, positiva e qualificata e non i 700mila che sono arrivati sui barconi negli anni recenti».

Il discorso del ministro no fa una piega, poiché la situazione Italia, dopo anni di governi di sinistra, è talmente peggiorata che ora veramente fare un figlio è diventata una missione impossibile.  Il problema principale è sempre il lavoro che non c’è.