Mar. Mag 24th, 2022

PARMA- Un’altra triste vicenda che vede come protagonisti anziani rinchiusi in uno ospizio.  I carabinieri di Parma hanno arrestato e posto ai domiciliari 7 persone per concorso in maltrattamenti aggravati nei confronti degli ospiti della casa di riposo “Villa Matilde” di Neviano degli Arduini. Le indagini sono iniziate nell’ottobre del 2015 a seguito di una denuncia, dalle indagini è emerso un quadro inquietante su come gli ospiti dello ospizio venivano trattati: secondo l’accusa avrebbero più volte picchiato, insultato e umiliato gli anziani, definiti “scimmie”, “cretini” e “mostri” e spesso minacciati. Ancora più più becero l’atteggiamento degli addetti è il fatto che ospiti costretti a mangiare la pasta dal pavimento come punizione per averla fatta cadere a terra, il tutto riprese dalle telecamere posizionate dai militari durante le indagini. Schiaffi, calci, tirate di capelli, spinte e minacce come “ti do un calcio nelle palle, vattene”, “ti prendo e ti butto giù dalla finestra”, “prendo il bastone e te lo do in testa”, “ti seppellisco viva”, era quello che subivano quotidianamente gli anziani. I carabinieri hanno anche notificato a 5 dipendenti della struttura socio-assistenziale un’informazione di garanzia per gli stessi reati contestati agli altri indagati. Per la Procura, i degenti erano sottoposti a una sistematica attività di maltrattamento da parte dei sette arrestati che li deridevano, emulandone i gemiti o le andature barcollanti, o li mortificavano costringendoli a spogliarsi e cambiarsi alla presenza di altre persone e impedendo loro di riposare, bere o mangiare.