Mer. Feb 8th, 2023

PARETE- Ormai sono passati mesi dopo la vittoria della nuova amministrazione comunale guidata dal sindaco Gino Pellegrino, ma di politiche sociali a Parete si continua a fare zero. È vero che per iniziare una critica contro un’amministrazione bisogna attendere il tempo giusto, ma è anche vero che lì dove ci sono carenze evidenti esse vanno portate subito alla luce.

Ci sono famiglie in difficoltà che hanno bisogno dell’intervento della nuova amministrazione. Siamo stati informati anche che qualcuno si è rivolto al comune ma si è visto rispondere “vi faremo sapere”. E no, il faremo sapere si usava già nella passata amministrazione Vitale, quindi le fotocopie non vanno bene.

Le difficoltà in questo momento, per le famiglie che si ritrovano senza lavoro, è come mandare a scuola i propri figli, acquistare libri e materiale scolastico per far studiare i ragazzi. È chiaro che adesso bisogna procedere per ordine e capire dove intervenire con urgenza nel rispetto di chi con dignità sta cercando di superare questa asfissiante crisi economica che, soprattutto, sta producendo enorme disoccupazione. E disoccupazione significa mancanza di risorse economiche, quindi è opportuno aprire uno sportello comunale gestito dall’assessorato alle politiche sociali in grado di ricevere con riservatezza le persone che si trovano in uno stato di difficoltà, in modo da capire le esigenze e trovare la strada per intervenire. In questo momento la priorità è la dignità delle persone, il resto, come ad esempio un’area per i cani, interessa poco a chi non riesce a mettere il piatto sulla tavola e mandare i figli a scuola.