Mar. Ago 9th, 2022

PARETE- Dopo la disfatta elettorale, che ha visto cadere il mito del PD a Parete e la fine politica dell’ex sindaco Raffaele Vitale, ora si cerca di ricostruire il partito con altre idee. Ma prima di tutto si deve fare i conti con la nuova sede: l’attuale è chiusa a catenacci per via di una morosità degli uomini di Renzi. Infatti la proprietà del locale, incazzato per un mancato pagamento di cinque sei mesi dell’affitto, una sera ha posto i catenacci alla serranda della sede del PD situata in piazza Berlinguer. È proprio un brutto momento per il PD di Parete, ormai sembra che lo “sfratto” stia diventando routine!!!

Nonostante ciò, gli uomini e donne del PD, stanno cercando di rimettere in piedi un partito allo sbando. Per farlo si studiano nuove strategie per attutire le continue batoste. Si parte venerdì con la nomina del nuovo segretario cittadino. Nomi non ce ne sono, si sa soltanto che saranno un uomo e una donna a dividersi le due cariche maggiori: segretario e presidente. Dopo quella che può definirsi la peggiore batosta della storia rossa di Parete, si cerca di ripartire cambiando tutto.