Ven. Feb 3rd, 2023

PARETE- È presto per dare un giudizio alla nuova amministrazione Pellegrino, ma il provvedimento in seno alla protezione civile locale è condivisibile. Dopo anni di abbandono, Pellegrino sta cercando di dare una nuova linfa al nucleo di protezione civile.

A parte la riparazione dei mezzi che giacevano all’interno dello scantinato del comune, il sindaco ha dato uno scossone anche all’interno del personale volontario. Per prima cosa ha revocato l’incarico di coordinatore della protezione civile.

C’è un detto che dice “non cambiare la via vecchia con la nuova”, invece ho voluto scegliere una via nuova – ha spiegato il sindaco Gino pellegrino – Solo il tempo ci dirà se ho fatto bene o male. Ho deciso di revocare l’incarico di coordinatore della protezione civile. Tale scelta non mette in discussione assolutamente i risultati e i meriti conseguiti finora. Penso che l’intera comunità paretana debba essere riconoscente per quanto ha fatto la nostra Protezione Civile in questi anni. Ma ho deciso di seguire una nuova strada e dare un’impostazione diversa puntando su una persona che non è mai stato messo alla prova (che devo ancora scegliere). Avrò come base di partenza l’attuale nucleo di protezione civile: persone capaci, volenterose e con la giusta energia. Se loro ci vorranno essere avranno la mia totale fiducia e sono certo che molti altri volontari li affiancheranno”.

Un passaggio che ha creato qualche malumore, ma che spinge chi ricopre il ruolo di volontario a fare meglio e bene il lavoro che finora hanno svolto per la comunità.