Ven. Feb 3rd, 2023

PARETE- Strano che la nuova amministrazione non abbia ancora deliberato il Peg in merito al bilancio della Giunta Vitale. È una stranezza che porta alla luce il conigliere d’opposizione del M5S Rosalba Rispo.

“Ho protocollato il 5 luglio del 2016 la richiesta del rilascio del Peg, per studiare tutti i punti di bilancio della passata amministrazione. Ho atteso i trenta giorni come previsto dalla legge, ma a d oggi, del Peg, nemmeno l’ombra. Mi trovo solo davanti a uno scaricabarile da vecchia Repubblica, ognuno mi dice che è competenza dell’altro – spiega la Rispo – al momento sembra che ci manca la delibera di giunta per poter accedere al Peg. È chiaro che senza il Peg io non posso esaminare le voci di bilancio singolarmente e quindi non capisco quali sono le spese sostenute e messe in bilancio per far quadrare i conti. Una mancanza a cui, spero, l’amministrazione voglia porre rimedio nell’immediato senza mandarmi da un ufficio all’altro – conclude la Rispo”.

Cos’è il PEG

Il Piano esecutivo di gestione è uno strumento di programmazione dell’Amministrazione comunale. La Giunta ogni anno, sulla base del bilancio, stabilisce quelli che sono gli obiettivi principali del Comune e fornisce ai vari responsabili dei settori le risorse umane e finanziarie per poter migliorare i servizi offerti ai cittadini.
Il Peg è, quindi, un documento che non ha solo contenuti finanziari, come accade per il bilancio, ma un documento che riporta anche gli obiettivi di gestione e che individua gli strumenti e le dotazioni organiche utilizzate per la realizzazione degli obiettivi.
Il Peg ha la funzione di autorizzare e considerare la spesa in maniera più analitica e vincolante rispetto al bilancio di previsione e collegare gli obiettivi e le dotazioni ai responsabili: è quindi uno strumento di responsabilizzazione. Il Peg viene aggiornato nel corso dell’anno anche sulla base delle variazioni di bilancio. E’ disciplinato dall’art. 169 del D.LGS. 267/2000 e dal regolamento di contabilità.