Mar. Ago 16th, 2022

PARETE-Asse mediano, spalle Auchan di Giugliano, incubo infinito per chiunque si è trovato in quel tratto non appena è scoppiato l’ennesimo incendio che ha causato una forte nube nera accompagnata poi da una lunga scia di fumo bianca durata moltissimo tempo. Questa la cronaca dell’ennesimo giorno nero per Parete e le aree circostanti.

I roghi e gli incendi non finiscono mai, si spegne un focolaio che subito se ne innesca un’altro. Ormai la situazione è diventata drammatica e devastante per la salute dei cittadini tutti. Le colpe, bè, quelle vanno date solo ed esclusivamente alla classe dirigente politica regionale, vecchia e nuova, che ha fatto dei rifiuti una miniera d’oro a sostegno della causa elettorale.

Le bonifiche non sono mai partite, i soldi stanziati o non sono stati spesi o non si sa che fine hanno fatto. L’unica certezza è che le cose sono rimaste così com’erano. Ogni volta che scoppia un incendio tutti sono bravi a fare proclami di sdegno, ma la sostanza rimane invariata: sono venti anni che viviamo questo scempio e nessuno per davvero fa qualcosa per eliminarlo. Nel frattempo gustiamoci l’ennesima giornata di fumo arrosto disgustoso che arriva dai roghi e riempie il nostro cielo di limpida diossina.

clicca sull’immagine per ingrandire

incendio5incendio4incendio5incendio3incendio2incendio1