Gio. Mag 26th, 2022

In base al DL n.73 del 25 maggio 2021, il Comune di Parete è risultato beneficiario della somma di € 261.000 necessari a consentire ai comuni l’adozione di misure urgenti di solidarietà alimentare, nonché di sostegno alle famiglie che versano in stato di bisogno per il pagamento dei canoni di locazione e delle utenze domestiche. Martedì 16 novembre la Giunta comunale ha approvato la delibera di giunta avente ad oggetto: “Misure di sostegno alle famiglie – Atto di Indirizzo”, in base alla quale l’organo esecutivo del Comune di Parete ha stabilito di destinare oltre che al sostegno alimentare, utenze e canoni di locazione anche ai ristori TARI per le utenze domestiche. “Con l’erogazione dei buoni spesa introduciamo delle misure di sostegno alle famiglie in materia di solidarietà alimentare – fa sapere l’Assessore alle politiche sociali Arianna Sabatino – verranno erogati ai cittadini non solo i voucher per i buoni spesa ma anche per il rimborso di utenze domestiche e canoni di locazione.

“Da sempre la nostra amministrazione ha mostrato particolare attenzione alle misure di sostegno alle famiglie e di questo bisogna dare atto e plauso al reparto Politiche Sociali e all’assessore delegato. Inoltre così come già fatto in precedenza, in piena collaborazione e condivisione abbiamo deciso di destinare parte del finanziamento al ristoro sul ruolo TARI, ristoro che non sarà solo indirizzato ai soggetti con disabilità come gli altri anni ma a tutta la cittadinanza e di questo sono pienamente soddisfatto – dichiara il Vicesindaco con delega all’Ambiente Michele Falco. A stretto giro verranno pubblicati i vari avvisi che permetteranno alla cittadinanza di poter accedere alle varie misure di sostegno definendo i criteri di assegnazione dei contributi, possiamo anticipare che gli importi dei voucher saranno determinati in funzione della composizione dei nuclei familiari ed al valore ISEE, inoltre aggiunge la dottoressa Arianna Sabatino, le somme a disposizione saranno destinate anche a favore dei nuclei familiari che presentano difficolta socio-economiche e con minori iscritti al servizio di mensa scolastica per l’acquisto dei ticket mensa.