Lun. Ott 3rd, 2022

PARETE- Dire che qualcosa non va nella giunta Pellegrino ci può anche stare, fa parte del gioco delle opposizioni, ma dire che il sindaco non doveva prendere i soldi del suo stipendio, al quale ha rinunciato, e spenderli per comprare sedie e armadietti nelle scuole, bè, rende il PD ridicolo. Infatti per il PD locale il sindaco doveva prenderli dal bilancio e non comprarli con i soldi del suo stipendio. Pazzesco!!!

Tutti si sono messi a ridere in piazza durante l’incontro di ieri mattina nella sala polifunzionale, era scontato, perché come si può pensare di prendere altri soldi dal bilancio comunale, che non ci sono, quando poi un sindaco ha avuto la cortezza di rinunciare al suo stipendio e metterlo a disposizione delle scuole, e criticarlo. Assurdo!!! Eppure il PD doveva sapere, essendo opposizione ed ex maggioranza, che le risorse per quella voce non c’erano, perché Vitale non aveva previsto investimenti per migliorare la vita nelle scuole del suo paese. Doppia risata dei cittadini di Parete.

La mia principale colpa sarebbe stata quella di aver comprato sedie, banchi e armadietti per i bambini della scuola utilizzando le mie indennità da sindaco. Secondo loro avrei dovuto utilizzare i soldi del bilancio comunale e non le mie indennità personali – ha commentato il sindaco Gino Pellegrino in risposta alle accuse ridicole del PD locale.  Peccato che le risorse in bilancio destinate a ciò non c’erano! Peccato che chi oggi accusa è colui che ha approvato quel bilancio ed aveva dimenticato di prevedere risorse per la scuola.
Non m’importa che la mia scelta abbia fatto arrabbiare quelli del Partito Democratico, che non hanno mai rinunciato ad un centesimo per la comunità. Quelli erano soldi miei e potevo spenderli come volevo. L’altro giorno sono stato ampiamente ripagato nel vedere la felicita dei bambini della scuola che finalmente avevano banchi, sedie ed armadietti nuovi. Penso sia stato il mio migliore investimento fatto negli ultimi anni e la rabbia del PD lo conferma!”.