Gio. Lug 7th, 2022

La vita non è niente, la morte ti fa capire quanto sia strana l’esistenza. Parete continua a piangere le sue vittime di questa guerra infinita. Sembra impossibile vincere, siamo tutti perdenti. Quella di Raffaele De Vitto, 44 anni, è finita in un niente. Solo pochi fa sorrideva e scherzava con gli amici, ora si apprende della sua scomparsa. Tutto così assurdo.

Aveva dei dolori al braccio, quasi normali per molte persone. Poi un malore, il ricovero in ospedale. La paralisi al braccio e alla gamba, per tutti era un ictus. Si scopre, invece,  sembrerebbe trattarsi di un tumore al cervello super galoppante, devastante, che non gli ha dato nemmeno il tempo di capirlo.

Raffaele era una persona solare, sempre col sorriso sulle labbra. Disponibile con gli amici. Si faceva volere bene. La sua morte ha destato stupore e angoscia. Se ne andato troppo in fretta, in punta di piedi.