Gio. Set 29th, 2022

ROMA- Un altro dramma della follia umana, che vede protagonista un’anima innocente uccisa sul nascere. Una donna di 40 anni ha partorito in casa e nascosto il corpicino del nascituro nel freezer. Dopo qualche giorno la donna si è recata in ospedale con una forte emorragia. I medici dalle prime analisi hanno capito che potesse trattarsi di un aborto spontaneo o un parto in casa. Da qui l’urgenza di avvertire gli inquirenti, che hanno subito attivato le indagini, e per giorni hanno cercato il corpo del probabile nascituro nella cosa dove vive al donna insieme al marito e sei figli.

Solo nella giornata di ieri la donna è stata svegliata dal coma farmacologico ed ha confessato di aver nascosto il figlio appena nato nel freezer di casa. I militari sono riusciti quindi a trovarlo e consegnarlo ai magistrati. La donna ora è indagata per omicidio volontario e occultamento di cadavere: si tratta di atti e ipotesi di reato dovuti, che potranno avere una evoluzione nel corso delle indagini, soprattutto alla luce dell’autopsia sul corpicino del bimbo che verrà eseguita presto. Una famiglia normale che non ha dato mai nulla da pensare, e i gli altri figli andavano sempre vestiti bene e mai hanno avuto problemi da impensierire il vicinato. Gli inquirenti stanno cercando di capire se ci fosse stato qualcuno che abbia aiutato la donna, e cosa l’ha spinta a disfarsi del piccolo.