Mar. Nov 29th, 2022

427 le spiagge italiane che hanno ricevuto la Bandiera Blu, 11 in più rispetto allo scorso anno, con la Liguria che si conferma ancora una volta al top seguita a, pari merito da Campania, Toscana e Puglia. Sono le Bandiere Blu 2022 assegnate dalla Foundation for Environmental Education (Fee) 210 località rivierasche e 82 approdi turistici che corrispondono a circa al 10% delle spiagge premiate a livello mondiale.

Non va male per la Campania, che quest’anno si aggiudica 18 bandiere blu, una in meno dello scorso anno, ma resta comunque al secondo posto in Italia, dietro la Liguria a quota 32, e a pari merito con Puglia e Toscana. Un risultato importante ma che non gratifica del tutto una regione ricca di mare e spiagge. Resta fuori per intero la costa casertana, che ancora una volta non fa registrare miglioramenti per il suo mare e la vivibilità che caratterizzano l’assegnazione della bandiera Blu.

Le aree che hanno ottenuto la Bandiera blu sono divise tra Napoli e Salerno. Nella provincia di Napoli figurano Anacapri, Massa Lubrense, Piano di Sorrento, Sorrento, Vico Equense,.

L’altra area marittima che porta bandiere blu a casa è la Provincia di Salerno. Agropoli, Ascea, Capaccio, Camerota, Casal Velino, Ogliastro, Centola, Ispani, Montecorice, Pisciotta, Pollica, Positano, Castellabate.

I criteri per l’assegnazione della Bandiera Blu sono assoluta validità delle acque di balneazione, efficienza della depurazione e della gestione dei rifiuti, aree pedonali, piste ciclabili, arredo urbano, aree verdi, servizi in spiaggia, abbattimento delle barriere architettoniche, corsi d’educazione ambientale, strutture alberghiere, servizi d’utilità pubblica sanitaria, informazioni turistiche certificazione ambientale delle attività istituzionali e delle strutture turistiche, pesca sostenibile.