Dom. Ago 14th, 2022

ROMA- PERDONO. L’unica parola che possiamo dire a tutti quei bambini che stanno morendo perché fuggono dalle guerre, dalla fame, dalla povertà. Perdonateci a noi comuni mortali. Non abbiamo colpe. Le colpe sono di ipocriti che vi costringono a fuggire. Siete ancora una volta vittime della sete di potere di “gentaglia” senza scrupoli che siede su poltrone dorate e vuole comandare. Perdonateci per quello che state subendo, ma non è fuggendo che si riconquista la libertà. La libertà si costruisce chiedendo la democrazia lì in casa vostra. Ovunque arrivate sarà impossibile accogliervi tutti.

Ma perdonateci per essere anche noi ostaggi di un’unione europea ipocrita e senza idee. Un’Europa buona solo sulla carta, pronta a dissanguare i popoli europei in nome dell’austerità e delle esigenze finanziarie dei stati membri, ma non è capace di mettere insieme idee per circoscrivere il dramma dell’immigrazione. Un’Europa senza perché, che dalla sua unione monetaria ha distrutto anche le democrazie dei paesi d’Europa.

Perdonateci piccole anime che state annegando nelle acque dei mari nudi di tutto. Cercate la libertà ma trovate la morte.  Perdonaci se siamo vittime anche noi di un sistema di potere che sta distruggendo il mondo intero. PERDONATECI per avere anche noi dei politici incapaci, che sono buoni solo ad essere pietosi dinanzi alla foto di un bambino morto, ma alla fine rimane solo pietà, perché essendo incapaci non trovano soluzioni.