Mar. Dic 6th, 2022

CASERTA- Per una volta voglio sperare che la magistratura si sia sbagliata, ma se per davvero l’inchiesta aperta dalla procura di Santa Maria Capua Vetere confermasse i fatti sotto inchiesta, allora bisogna reagire. Toccare i soldi delle politiche sociali per fini diversi dal loro uso, non può essere tollerato.

La politica vecchia e obsoleta sta dimostrando quanto è cattiva: ci sono persone in difficoltà che hanno bisogno di aiuto, che chiedono aiuto, e sistematicamente si vedono respinti dagli assessorati alle politiche sociale perché non ci sono soldi. Poi si scopre che quei soldi sono serviti per altri usi, e da chi, dai politici. No, non è giusto. La classe dirigente nazionale e locale fa paura, abusano del loro potere sulla sofferenza dei cittadini.

Ripeto, spero che la magistratura abbia preso un abbaglio, e che tutto si chiarisca in maniera pulita, ma sulla scorta dei provvedimenti presi deduco che il 70% dovrebbe essere pura verità. Una considerazione che mi amareggia, poiché la politica ha toccato il fondo. Sono atteggiamenti arroganti e ipocriti che mettono ulteriormente i cittadini in difficoltà. Sui bisogni delle persone che attendono risposte, non si può in nessun modo abusare. Intorno ai partiti girano molte persone che attendono il contentino, contentino che viene promesso in campagna elettorale e snellito dopo la vittoria. I partiti stanno costruendo una società malata, poiché i cittadini sono in difficoltà, e si presta a tutto pur di sopravvivere. Una società malata va curata con una sana terapia, fatta di aiuti concreti, ma se questi sono i risultati, allora abbiamo una classe dirigente priva di dignità.