Gio. Ago 18th, 2022

PRATO -La Polizia di Stato di Prato ha indagato quattro persone, due italiane, una romena e una bulgara per favoreggiamento alla prostituzione ed ha eseguito numerose perquisizioni e sequestri preventivi di immobili utilizzati da giovani prostitute dell’Est Europa e da transessuali brasiliani.

Gli investigatori hanno accertato che una delle donne indagate tramite il proprio compagno bulgaro e un amico rumeno, ha fatto giungere ragazze dalla Romania e dalla Bulgaria, organizzando non solo il viaggio, ma anche tutta l’attività idonea a favorire la prostituzione.

In particolare la donna ha avuto la disponibilità di numerosi appartamenti di proprietà di due anziani di Firenze che ha gestito, a loro insaputa, concedendoli a numerose prostitute e transessuali.

Le ragazze si alternavano con cadenza mensile e si prostituivano volontariamente, usufruendo della disponibilità, da parte degli indagati, di ben sette appartamenti che venivano concessi in locazione a un canone giornaliero molto alto.

In ogni appartamento si prostituivano da due a quattro ragazze con annunci pubblicati su siti internet.