Dom. Feb 5th, 2023

NAPOLI – Il Premio Angelo Affinita Edizione 2017, indetto da SAPA Group con il patrocinio della Fondazione Angelo Affinita, è un bando di concorso europeo con cadenza annuale per l’assegnazione di tre premi a Tesi di Laurea, Dottorato di Ricerca o Progetto di ricerca destinati ai migliori laureati e dottorati delle università europee, per tutte le discipline tecniche attinenti al settore dell’Automotive.

Quasi 2.500 professori e rettori coinvolti scelti fra le 70 università più prestigiose d’Europa, partendo da Italia, Germania, Regno Unito fino ad arrivare alla Spagna, Polonia, Finlandia e Slovacchia.

Oltre 220.000 il bacino di studenti cui il premio è stato rivolto.

Giovani laureati e laureandi di tutta Europa, in lizza per una borsa di studio importante che potrà cambiare il corso della loro vita universitaria e lavorativa.

Ben 150 i professori che al momento hanno scelto di aderire alla call to action e hanno voluto un contatto diretto per iniziare un cammino di collaborazione con SAPA per sviluppare progetti di innovazione insieme ai giovani più promettenti.

Sono stati questi i numeri del Premio Angelo Affinita.

Dopo mesi di attenta e accurata selezione fra le oltre 100 candidature, il Comitato Scientifico del Premio Angelo Affinita, composta dal Presidente Luigi Nicolais (ex Presidente del CNR),da tre docenti universitari e da tre tecnici esperti designati da SAPA, oltre a due esperti indipendenti, nominati dalla Fondazione Angelo Affinita, ha proclamato vincitori:

Flippo Camisani, 3° classificato con la tesi“Generazione di dati di resistenza a frattura di materiali compositi a matrice polimerica termoplastica per il settore “automotive”

Rossella Arrigo,2° classificata con la tesi “Nanocompositi a base polimerica ad elevate prestazioni: funzionalizzazione e immobilizzazione di nanostrutture”

Paolo Vecchione 1° classificato con la tesi “Laminati compositi autorinforzati a base di poliammidi”

I tre giovani studenti e vincitori delle 3 borse di studio da 10.000, 7.000 e 5.000 euro verranno premiati mercoledì 11 aprile dalle ore 14:30 alle 18:30, nell’Aula Magna Massimilla, presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, in Piazzale Tecchio a Napoli, da Rosanna De Lucia, Presidente della Fondazione Angelo Affinita e del CdA di SAPA.

Nel corso dell’evento ci saranno interventi di professori e ingegneri in merito alla ricerca e all’importanza di avvicinare l’approccio teorico universitario con quello pratico delle aziende. Tra questi: il Prof. Salatino, Presidente della scuola Politecnica e delle Scienze di Base e il Prof. Acierno, Direttore Generale CRdC Tecnologie, il Prof. Esposito, il Dott. Farronie il Dott. Giurazzaporteranno la loro esperienza professionale ed accademica, il Dott. Giovanni Affinita e la Dott.ssa Lanzillo parleranno per SAPA; seguiti poi da una sessione di domande e risposte con gli oltre 200 studenti presenti, moderata dall’Ing. Castagna.

Anche se la ripresa economica stenta a decollare, molti dimenticano l’importanza di investire con forza nei giovani, nell’innovazione tecnologica e nella collaborazione tra azienda e università, il vero cuore pulsante di ogni economia di uno Stato solido.

Da qui, la scelta di SAPA, col patrocinio della Fondazione Angelo Affinita, di puntare con decisione sui giovani e il mondo accademico: una decisione che fa parte del DNA aziendale e della Fondazione.

La formazione e l’impegno nei confronti delle nuove generazioni sono da sempre un caposaldo di SAPA e della Fondazione Angelo AffinitaOnlus, come confermano le parole di Giovanni Affinita,membro del Consiglio di Amministrazione di SAPA e della Fondazione Angelo Affinita.

Siamo rimasti incredibilmente colpiti dalla risposta entusiastica che il bando del Premio Angelo Affinita ha ricevuto nelle migliori università europee.

SAPA ha piùche raddoppiato il numero di brevetti negli ultimi anni, fino ad ottenere un processo unico al mondo – il processo brevettato One-Shot™, il metodo all-in-one per avere meno peso e costo dei componenti– in rampa di lancio e pronto a rivoluzionare il settore della componentistica per auto.

Avere partner universitari di livello assoluto per la ricerca e sviluppo è uno dei nostri pilastri di miglioramento continuo. Puntare con decisione sui giovani, sulla formazione e sulla crescita costante fa parte del nostro DNA.

Le tesi vincitrici sono di altissimo livello, a dimostrazione che le nostre università funzionano e i giovani brillanti e volonterosi esistono e sono tantissimi: ne sono testimonianza Paolo, Rossella e Filippo, i nostri vincitori”

SAPA

La storia del gruppo SAPA è la storia degli uomini che l’hanno vissuta.

Tutto inizia da Angelo Affinita, che dopo la prima impresa del 1975, si dedica allo stampaggio ad iniezione per il settore automotive e degli elettrodomestici.

Le straordinarie capacità umane, tecniche e imprenditoriali di Angelo Affinita hanno trasformato un’attività di impresa artigianale in una realtà industriale consolidata e in costante crescita.

Oggi SAPA è un gruppo industriale con una struttura manageriale professionale e con un rapporto diretto con i Car Makers, grazie a un settore R&D in crescita costante che ha portato a soluzioni e prodotti brevettati.

Fra queste, spicca il processo brevettato One-Shot™ che promette di rivoluzionare il settore della componentistica auto nei prossimi anni.

In questi anni l’evoluzione, l’espansione e il fatturato del gruppo hanno avuto una crescita

esponenziale con apertura di stabilimenti all’estero e uffici commerciali dedicati al rapporto

diretto coi maggiori Car Makers in Italia e all’estero (FCA, Volkswagen, Ferrari, Porsche, CNH…).

Il fatturato SAPA continua a crescere a ritmi sostenuti, consolidandosi a 180 milioni di euro nel2017 e con un’ulteriore crescita nel 2018.

La storia di SAPA è di una progressiva e sempre più specifica focalizzazione: una

produzione al 100% nel settore automotive, focalizzata sui precessiOne-Shot™, il metodo all-in-one per avere meno peso e costo dei componenti, conforniture dirette ai Car Makers.

FONDAZIONE ANGELO AFFINITA ONLUS

“È l’uomo che fa la differenza”. Su questo principio nasce nel 2010 la Fondazione Angelo Affinita ONLUS. Dalla volontà della famiglia Affinita di raccogliere l’eredità umana, spirituale di Angelo e continuare la sua opera, per diffondere nella società contemporanea i principi etici e le virtù che hanno ispirato la sua vita.

Se è l’uomo che fa la differenza, è sull’uomo che bisogna puntare. Non donare pesci, ma insegnare a pescare, perché ogni uomo possa camminare con le proprie gambe. La Fondazione Angelo Affinita si fonda su questa nuova cultura del donare, che mette al centro la persona e tutti gli strumenti necessari per puntare all’autonomia personale e sociale.

A oggi la Fondazione Angelo Affinita conta il sostegno di decine di imprenditori e liberi professionisti su tutto il suolo italiano, che hanno portato – nel 2016 – a raddoppiare le donazioni e quindi raddoppiare gli interventi per bambini e giovani in difficoltà.