Sab. Nov 26th, 2022

Sono otto le aziende della provincia che hanno ricevuto il Premio “Etica e Legalità”, istituito da Confindustria Caserta con il sostegno scientifico dello Spin Off universitario G.R.A.L.E. dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”. L’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto “Percorsi di Legalità”, avviato nell’anno 2021 dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Caserta. Un apposito Comitato Scientifico ha valutato le aziende che hanno partecipato a questo contest e che si sono distinte per aver intrapreso percorsi imprenditoriali particolarmente virtuosi in tema di Etica, Legalità e Sostenibilità.

Cinque i premi ordinari: nella categoria “Grandi Imprese” il riconoscimento è andato alla Parmalat, mentre la Getra Spa ha conquistato il Premio “Medie Imprese”, “Piccole Imprese” alla Antinozzi Srl, e “Impresa Gruppo Giovani” alla Original Birth, infine “Imprese ANCE” è stato assegnato alla RH Builder Spa. Il Premio Speciale “Best Practice – Impresa sostenibile” è stato consegnato alla 012factory Spa Società Benefit, mentre due menzioni speciali sono andate alla Pravia Srl(categoria “Presidio della legalità”) e alla I.E.E. (“Ricambio generazionale e misure di self-cleaning per la bonifica aziendale”).

Alla cerimonia di consegna dei premi, moderata dalla giornalista de “Il Mattino” Marilù Musto e introdotta dagli interventi del Prefetto, Giuseppe Castaldo, del Presidente di Confindustria Caserta, Beniamino Schiavone, del Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori, Pasquale Lama, del Presidente dello Spin Off universitario G.R.A.L.E., Antonio Pagliano, e Alessia Bausano, Area Affari Legislativi di Confindustria Nazionale,  ha visto la partecipazione del Presidente del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Gabriella Maria Casella, il Capo della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Carmine Renzulli, il Questore, Antonino Messineo, il Comandante provinciale dei Carabinieri, Manuel Scarso, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, Giuseppe Furciniti, il Presidente della Camera di Commercio, Tommaso De Simone, e il Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, Raffaele Picaro.

La principale finalità del Premio “Etica e Legalità” è incentivare le PMI del territorio a prevedere, nella loro attività quotidiana e tra i loro prossimi obiettivi, buone prassi consistenti nell’adozione e nell’implementazione di programmi e modelli d’azione che siano ben attenti al rispetto degli equilibri sociali, generazionali, ambientali e alla tutela dei cittadini e dei lavoratori, così da valorizzare al meglio le risorse del territorio e al contempo alimentare una rinnovata cultura della legalità.

Determinante nell’attribuzione dei premi sono stati i requisiti quali il rating di legalità, il codice etico aziendale, microsistemi di compliance e/o certificazioni di qualità costantemente aggiornate e altre best practises aziendali che attestano buone prassi del fare impresa secondo etica e legalità o sostenibilità.

“Svolgere l’attività d’impresa seguendo i principi di etica e legalità – ha spiegato il Presidente di Confindustria Caserta, Beniamino Schiavone – è un obbligo morale, oltre che un dovere civico, che rappresenta al tempo stesso anche vantaggi concreti per le aziende. Sosteniamo con forza l’affermazione della cultura della legalità, fondamentale per un corretto processo di sviluppo del territorio e per rendere la nostra provincia più attrattiva, specialmente per gli investitori esteri.

Questa iniziativa vuole essere, inoltre, un riconoscimento per le realtà virtuose e uno stimolo a promuovere modelli d’impresa in grado di accrescere il valore del tessuto produttivo locale”.

“L’incontro di oggi rappresenta un’occasione di crescita per tutti noi, attraverso la partecipazione e la presenza delle imprese che si sono messe in gioco spontaneamente in questo contest. Abbiamo avuto una prova e una dimostrazione di come si può e come si deve fare impresa nel nostro territorio, rispettando ed applicando i principi di etica e di legalità di impresa” – Pasquale Lama, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Caserta.

I temi del Premio costituiscono da sempre le colonne portanti dell’attività del G.R.A.L.E.  (Gruppo di Ricerca e Azione sulla Legalità e l’Etica), spin-off del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”. L’intento perseguito con l’iniziativa, precipitato della sinergia con Confindustria Caserta, è di premiare le realtà aziendali del territorio che, anche con una governance ristretta, con la loro attività quotidiana dimostrano come la compliance e le scelte etiche costituiscano driver per la creazione di valore, afferma Antonio Pagliano, Presidente del G.R.A.L.E.