Ven. Ott 7th, 2022

ROMA- Vuoi o non vuoi l’effetto Tramp si ripercuoterà anche sull’Italia. Gli americani hanno votato contro i poteri forti. Hanno distrutto ogni previsione dei sondaggista che davano Trump undici punti percentuali sotto la Clinton. Gli americani hanno votato con la loro testa lasciando ai media di sparare cazzate rimaste inascoltate.

Ma ora tocca al bel paese dare un segnale di discontinuità nei confronti di questa classe dirigente. Dare un segnale di presa di posizione contro i poteri forti sia dell’Europa sia delle lobby. Secondo un mio punto di vista è già Pronto il “vaffanculo pazzesco” che demolirà personaggi politici come Renzi, Boschi, Alfano, Verdini, Casini e tanti altri che finora hanno sempre occupato la poltrona del parlamento senza produrre nulla per il paese.

Gli italiani sono pronti a voltare le spalle a chi decide di modificare la costituzione elencando solo tre punti nel quesito referendario ma nascondendo i  47 punti che vanno a modificare i tanti punti dell’articolo quinto della costituzione. Un bluff che gli italiani sicuramente non digeriscono.

Nel PD ora c’è veramente tanta paura, anche se lo nascondono, per un flop che potrebbe definitivamente affossare il partito. In effetti i mal di pancia ci sono proprio all’interno del partito di Renzi, dove la minoranza non accetta i continui attacchi presuntuosi del segretario premier. Il PD ora veramente rischia di scomparire.