Ven. Ago 12th, 2022

L’amministrazione Pellegrino ha tenuto da sempre massima attenzione per i problemi sociali che riguardano le fasci più deboli, sopratutto anziani e disabili. Attraverso l’assessorato alle politiche sociali guidato da Marianna Sabatino, gli argomenti di natura sociale sono sempre strumenti di dibattiti al fine di proteggere le fasce più deboli.

La tecnica è sempre la stessa: un complice che telefona a casa delle vittime, di solito anziani pensionati e, fingendo di essere un figlio o un parente convince i malcapitati a consegnare ad un corriere che si presenterà da li a poco, una somma di denaro quale corrispettivo per la consegna di un pacco; oppure soldi per una polizza di assicurazione non pagata dal figlio o dal nipote; oppure ancora un incidente in corso dove è coinvolto un nipote e può essere risolto senza fare nessuna lettera se si consegnano soldi immediati; oppure si fingono avvocati e si presentano a casa della vittima, dopo che un complice ha telefonato convincendo l’anziano che il figlio ha  urgente bisogno di soldi da versare ad uno studio  legale per concludere positivamente un’operazione bancaria.  Questi e altri raggiri sono vittime gli anziani.

Di tutti questo si discute mercoledì sera a partire dalle ore 17 nella sala polifunzionale in Piazza Berlinguer, a Parete. “Giornata di prevenzione dei reati a danno degli anziani” è l’iniziativa messa in campo dall’assessore alle politiche sociale con la collaborazione del comitato anziani e la caserma dei carabinieri di Parete. Interverranno l’assessore Arianna Sabatino, il comandante della locale stazione dei carabinieri, Vincenzo Pulicani e il sindaco di Parete Gino Pellegrino. L’iniziativa ha lo scopo di sensibilizzare la popolazione sul tema della sicurezza a tutela degli anziani, fornendo semplici regole di comportamento suggerimenti pratici per prevenire i rischi e le truffe, raggiri, furti e rapine in luoghi pubblici o in casa.