Ven. Ott 7th, 2022

ROMA- I sondaggi sono chiari, il PD perde consensi. Oltre ai consensi il PD perde anche le tessere, infatti da quando c’è Matteo Renzi alla guida del partito le tessere sono diminuite in tutta Italia.  Infondo da Monti a Gentiloni, il PD è stato sempre al governo ed ha appoggiato governi seppur tecnici ma di marca PD, dove comunque alla guida dei ministeri c’erano personalità vicine anche ai democratici. Il danno più grande il PD l’ha ricevuto dal governo Renzi, dove tutti provvedimenti adottati sono stati bocciati. È chiaro che gli italiani non si fidano più di chi ha marcato sorrisi e, poi, si sono rivelati falsi.

Ed ecco che diversi sondaggi danno il PD in caduta libera. Era scontato. L’era Renziana è finita, ormai anche all’interno del PD, pure quelli vicini all’ex premier, percepiscono la disfatta del segretario. Anche perché a risalire la china sono tutti i partiti di centrodestra e, quindi, la strada per le prossime elezioni, per il PD, si fa tutta in salita. Il problema più grosso del PD resta Renzi, che nel suo mandato governativo ha fatto cose insensate, la prima il referendum, ma anche tutti i suoi provvedimenti a partire dalla legge sul lavoro, la buona scuola ecc, si sono rivelati un grande fallimento, ciò spinge gli italiani a non dare più credito al PD e dirottare l’interesse su altri partiti e movimenti.