Ven. Lug 1st, 2022

ROMA- In questi giorni si legge molto sulla legge per le unioni gay voluta caparbiamente da questo governo non riconosciuto dal popolo italiano. Una legge che fissa dei diritti a coppie dello stesso sesso. Diritti che possono andare bene fin quando non intaccano i valori sacrosanti della famiglia naturale. Cioè quelli che vedono al centro la paternità e la maternità voluta dalla natura. Oggi, invece, questi sconsiderati politici vogliono autorizzare, come si evidenzia nel dibattito parlamentare, l’affitto dell’utero. O come vogliono introdurre nella legge le adozioni gay. Quella che abbiamo è una classe dirigente sconsiderata e priva di valori. Infatti le tante inchieste giudiziarie che colpiscano la classe dirigente di questo paese dimostrano come i politici italiani siano senza valori.

Un conto sono i diritti della persona, un conto è demolire quelli che sono i valori fondanti di una società che, piaccia o non piaccia, sono stabiliti dalla natura e non dalle “minchiate” delle persone. È la natura che ha stabilito che un figlio nasce grazie all’accoppiamento tra un uomo e una donna, e non certamente una legge a stabilire come nasce una famiglia . questa classe dirigente sta demolendo tutto in nome dei diritti: i diritti sono sacrosanti per tutti, è un diritto anche tutelare la famiglia naturale.