Sab. Mar 25th, 2023

ROMA- Come si fa a dare torto all’ex premier Silvio Berlusconi sul fatto che l’euro ha distrutto il nostro paese. Non è solo Silvio Berlusconi a dirlo, sono i milioni e milioni di italiani che in questi anni si sono visti togliere tutto sia dall’euro sia dalle pretese dell’unione europea. Oggi il nostro paese ha perso l’intero pacchetto di aziende illustre che componevano il grande gioiello del mady in italy.

Rispetto a 24 anni fa, l’Italia è peggiorata per colpa dell’euro. L’introduzione della moneta unica con quelle modalità e a quei valori, improvvidamente accettati da Romano Prodi, ha dimezzato i redditi e i risparmi degli italiani. I cittadini sono più scettici e delusi dopo quattro governi di sinistra non eletti”. Lo ha detto in una intervista al Corriere dell’Umbria il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi.

Romano Prodi replica immediatamente all’ex premier: “È surreale che Silvio Berlusconi punti il dito per la gestione dell’introduzione dell’euro. E ci sarebbe da ridere perché fu proprio il suo governo che non volle gestire questa fase come invece avvenne in tutti gli altri Paesi”.

Al di là della scaramuccia tutto da campagna elettorale tra i due ex premier, un dato è certo: l’Italia dopo l’euro è morta economicamente. L’effetto negativo della moneta unica si tocca con mano quotidianamente. L’euro è stata la causa di tutti i nostri male, ad esso va aggiunto la politica di austerità imposta da una comunità europea che non sapeva nulla di cosa succedeva a casa nostra. L’euro è un cancro che ha rosicato tutto quello che gli italiani hanno costruito dopo la fine della seconda guerra mondiale.