Gio. Lug 7th, 2022

Non ci vuole certo la zingara per capirlo che Matteo Renzi è stato il pilota di tutto. Non Solo, in futuro sarà lui a dettare leggi e condizioni per accaparrarsi un nuovo percorso politico che lo porti alla costituzione del nuovo partito di cui si parla da tempo. In un’intervista rilasciata a Il Messaggero, Renzi ribadisce la necessità di affidare i ministeri a persone capaci, con un pregresso, soprattutto al Viminale, “dove occorre un professionista della sicurezza e non ex vicepremier (Luigi Di Maio, ndr) che non ha esperienza in questo senso e sarebbe solo il nemico perfetto per Salvini”. Così mentre il fondatore del M5S Grillo vuole un governo tutto tecnico, Renzi ci ride su.

Ma è proprio sulla recente alleanza tra il PD e M5S, che l’ex premier si prende esplicitamente i meriti: “Ho messo la faccia su un’operazione difficilissima per mandare a casa Salvini. Fermarlo mi è costato umanamente molto perché per farlo abbiamo dovuto aprire ai grillini: e io ricordo la colata di fango che ho subito in questi anni tramite fake news e diffamazioni. Insomma, Renzi si prende i meriti dell’operazione inciucio con il M5S.