Gio. Feb 2nd, 2023

ROMA –A volte vediamo immagini forti che colpiscono bambini, donne, uomini, tutti aspetti che producono la cattiva educazione di un mondo privo di morale. Ci scandalizziamo, ma pochi secondi dopo riprendiamo ad essere quello che siamo: menefreghisti. In alcuni casi propagandiamo lo sdegno, ma poi sistematicamente giriamo lo sguardo dall’altra parte, quando c’è da intervenire sul serio.

È il mondo intero che sta naufragando nel pressapochismo di facciata. La modernizzazione non ha fatto altro che annientare i valori fondanti per l’umanità. Valori forti e decisivi, per vivere dignitosamente liberi nel mondo. Ma siamo bravi a propagandare, ma non siamo bravi ad insegnare i veri valori che possono far cessare le sofferenze.

Si fanno tante parate inconcludenti per combattere fenomeni cattivi che circondano l’umanità. Ma mai si dice la verità e si insegna ai giovani, ma tutto sommato a tutti, che il vero valore che va ripristinato, che oggi manca del tutto, è il rispetto. Ecco, questo è quello che manca al mondo intero, il rispetto per le cose, la natura, l’essere umano.

Abbiamo perso il senso del rispetto, per questo stiamo andando a rotoli. E i primi che hanno insegnato la mancanza di rispetto sono proprio chi gestisce il potere in tutto il mondo. Oggi si inquinano i mari, si distrugge la vegetazione, si uccidono animali, si producono cibi che ledono la salute degli uomini, si uccide la persona per sete di potere, insomma, siamo privi di rispetto in tutto.

Rispetto significa usare la vita per proteggere tutto quello che abbiamo e ci viene donato alla nascita. Rispetto vuol dire dare una mano a chi soffre, rispetto significa guidare i popoli facendo esclusivamente i loro interessi, rispetto significa dare la libertà ad ogni essere umano. Rispetto è tutto quello che ci serve per vivere. Incominciamo a insegnare il valore del rispetto e non le solite chiacchiere inconcludenti.