Gio. Ott 6th, 2022

SALERNO- Dichiarava redditi al limite della povertà, mentre era un vero e proprio possedente. La guardia di finanza di Salerno ha sequestrato a un imprenditore beni immobili e quote aziendali per un valore di venticinque milioni di euro. L’imprenditore, da quanto risulta dalle indagine del Gico del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Salerno, impegnato nel settore edile e nella vendita di autoveicoli, già nel 2013 sottoposto a misure di prevenzione patrimoniale in relazione a procedimenti penali per i reati di usura ed estorsione. L’imprenditore per aggirare i provvedimenti avrebbe utilizzato numerosi prestanome, soprattutto nell’ambito familiare, ai quali avrebbe intestato beni e quote di società, oggi finite sotto sequestro.