Dom. Ago 14th, 2022

ROMA- Protagonista di questa particolare vicenda un 48enne originario di Lecce. L’uomo, dopo aver passato la notte su un battello ormeggiato sul fiume Tevere, ha sciolto gli ormeggi e iniziato la navigazione.

L’episodio è accaduto ieri mattina, quando gli agenti della Polizia di Stato della Fluviale sono intervenuti riuscendo a bloccarlo all’altezza di via della Magliana.

Il battello era uno di quelli turistici ormeggiato nei pressi di Ponte Marconi; all’arrivo, il gestore ha trovato quest’uomo all’interno e, dopo una breve discussione per farlo scendere, è stato minacciato con un coltello. In pochi attimi, dopo aver sciolto gli ormeggi, si è allontanato lungo il fiume.

L’andatura non velocissima e l’incapacità di governare il battello, ha permesso all’imbarcazione della Polizia Fluviale di raggiungere in breve il “fuggitivo”, bloccandolo ai margini del Tevere dopo circa 1 km di navigazione.

Identificato per L.A.V., il 48enne, è stato accompagnato negli uffici di Polizia, e dopo gli accertamenti di rito è stato denunciato per rapina impropria e resistenza a Pubblico Ufficiale.