Mar. Dic 6th, 2022

Un anello in finto oro fatto cadere in terra utilizzato come esca per attirare l’attenzione e ingannare la vittima di turno; la richiesta intimidatoria di denaro per l’acquisto di quel finto anello e la consegna di 50 euro da parte della vittima. A smascherare la “truffa dell’anello”, i Carabinieri della Stazione Nomentana che hanno arrestato due uomini gravemente indiziati dei reati di estorsione in concorso, vendita o commercio di prodotti con marchi falsi e introduzione nello Stato di prodotti con marchi falsi.