Ven. Feb 3rd, 2023

ROMA- Già dalla fine della tornata elettorale per le comunali che ha visto vittorioso il M5S in città come Roma e Torino, ho scritto e riscritto che il M5S se vuole continuare a vivere deve abbandonare il web come chiave unica per decidere le cose. I numeri ancora non ci sono, ma la votazione per riscrivere il non statuto del movimento è stata un flop. Era prevedibile.

L’attivismo, la partecipazione dal basso è stata una componente fondamentale per la nascita e la crescita del Movimento Cinque Stelle, ma ora bisogna voltare pagina se il movimento non vuole scomparire. È innegabile che la forza del movimento è stato l’attivismo, ma nessuno si sente rappresentato da una macchina fantasma con cui devi dialogare e decidere cosa fare.  Ora qualcosa sembra cambiato, gli attivisti non ci sono più, sono rimasti i fedeli attivisti, ma la massa si defila, non partecipa più, quindi il sistema non funziona più. Sembra prendere sempre più piede il germe della democrazia moderna, quella rappresentativa: il cittadino sceglie e vota il proprio rappresentante. Rappresentante in cui ripone la sua piena fiducia e che dovrà prendere le scelte migliori per il proprio elettorato.

Il fatto che la macchina web non è più il futuro del movimento cinque stelle lo dimostra il fatto che il 27 settembre il M5S ha lanciato una votazione su Rousseau (il sistema operativo e piattaforma di democrazia digitale) in cui chiedeva ai grillini di esprimersi sulla possibilità di cambiare il regolamento e il «Non statuto». Ebbene, da allora è iniziato un tam tam senza fine, non solo sui canali ufficiali del movimento per esortare gli attivisti a votare. Le persone comuni, ma anche gli stessi attivisti, se ne sono sbattuti ed hanno declinato ogni invito a votare, ripeto, i numeri di chi ha votato ancora non ci sono, ma già si respira aria di sconfitta del mostro Rousseau costruito dalla Casaleggio associati che doveva sostituire il blog di Grillo. Il web non è più il futuro del M5S, ora o grillo se ne fa una ragione, o lo stesso movimento è destinato a scomparire per sempre facendo la fine di partiti che hanno raggiunto pure percentuali del 15% ma oggi non esistono più, vedi IDV e AN, RC e altri.