Lun. Ott 3rd, 2022

GUIDONIA-Una riunione del gruppo consiliare di Forza Italia convocata a stretto giro, già nella serata di oggi, dal capogruppo Michele Venturiello. Una riflessione necessaria all’esito della decisione del tribunale del riesame, esito sostanzialmente atteso, che lascia immutata la condizione del sindaco di Guidonia Montecelio Eligio Rubeis, colpito da un’ordinanza di custodia cautelare lo scorso 20 luglio. “Ho comunicato stamattina al gruppo di Forza Italia e a tutta la maggioranza la decisione del Tribunale della Libertà – dichiara il capogruppo Fi Michele Venturiello – . Pur non volendo entrare nel merito della situazione giudiziaria e confermando la piena fiducia all’autorità inquirente e alla magistratura, auspico che si arrivi presto al chiarimento della posizione del primo cittadino legittimamente eletto di una città grande come la nostra. Fino ad allora Rubeis per me e per la legge resta innocente e libero di mostrare la sua estraneità alle accuse che gli sono mosse”. Questa la riflessione del capogruppo forzista Venturiello sull’ennesimo tassello della vicenda giudiziaria che ha allontanato dalla politica cittadina il sindaco in carica Eligio Rubeis. L’analisi prosegue immancabilmente sul versante politico ed amministrativo, rompendo il silenzio che il consigliere scelto a guida del gruppo per equidistanza dalle diverse componenti, si è imposto nel corso di questo mese e mezzo. “Ho convocato già per questa sera il gruppo di Forza Italia per aprire le riflessioni necessarie in questa fase. Chiederò a tutti, seppur in un momento difficile, di ritrovare un moto di orgoglio per rivendicare ciò che negli anni abbiamo fatto insieme per questa città. Chiederò di verificare di nuovo insieme, anche nell’assenza del sindaco, gli elementi necessari per andare avanti. Non come prima, sicuramente. Gli orizzonti sono diversi e la necessità di un rilancio dell’azione amministrativa precedeva comunque le vicende che hanno riguardato il sindaco. Resta una compagine di amministratori capaci, che hanno fatto bene in passato. Del resto è quello che solo un anno fa abbiamo rivendicato di fronte ai nostri elettori, ricevendone un premio. È una situazione eccezionale e complicata, è vero. Ma continuo a non credere che le alternative siano migliori, né quella di sostituire un consiglio legittimo con un periodo di lungo commissariamento, né quello di consegnare la città alla politica che i cittadini, ancora un anno fa in competizione con noi, non hanno scelto”. Conclude così Venturiello, con un appello ai colleghi di gruppo, prima della attesa riunione di stasera.