Dom. Feb 5th, 2023

ROMA- Autostrade per l’Italia giudica ingiustificata la mobilitazione delle associazioni dei gestori di carburante, che hanno proclamato uno sciopero di 48 ore il 20 e 21 ottobre nelle aree di servizio sulle autostrade e deciso di impugnare i provvedimenti del Governo.

Lo sciopero, infatti, arriva all’indomani di un decreto governativo che consente di razionalizzare la rete e migliorare il servizio ai clienti. Rispetto alle soluzioni previste dal decreto, è giusto ricordare che il provvedimento dell’esecutivo prevede la continuità gestionale a garanzia del mantenimento degli attuali livelli occupazionali e della stabilità delle gestioni. Nel decreto del Governo è previsto, inoltre, che il self service pre pay sia addizionale e non sostitutivo del servito che rimane sempre disponibile e da questa società è considerata la modalità principale.
Siamo sicuri che gli esiti delle gare in corso di riaffidamento dei servizi alle società petrolifere faranno venire meno le preoccupazioni della categoria alla quale continuiamo a prestare la massima attenzione