Mar. Ago 9th, 2022

Amministrava di fatto oltre 20 società che operavano in diversi settori imprenditoriali. Con l’accusa di frodi fiscali, truffe ai danni dello Stato e falso in bilancio è stato arrestato un imprenditore romano di 44 anni. Secondo l’accusa ha evaso imposte e tasse per 140 milioni di euro. L’uomo è stato arrestato dalla guardia di finanza.
L’uomo ha continuato a lavorare utilizzando una società intestata ad un prestanome e sottraendo al fisco ulteriori 60 milioni. La società, che nel tempo ha operato in vari comparti (in prevalenza commercio di prodotti elettronici, informatici e petroliferi), attraverso l’emissione di fatture fittizie e la simulazione di esportazioni mai avvenute, ha indebitamente fruito di crediti Iva inesistenti per compensare oltre 5 milioni di debiti tributari ed evadere, complessivamente, imposte.

Il gip ha disposto la custodia cautelare in carcere nei confronti di De Cubellis, l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e del divieto di esercitare attività professionali o imprenditoriali per un anno.