Lun. Nov 28th, 2022

I Vigili del fuoco stanno effettuando verifiche statiche su edifici a seguito della scossa sismica di questa mattina di magnitudo 5.7 al largo di Pesaro.  Attualmente nel pesarese risultano circa 10 richieste di verifiche e nell’anconetano oltre 40. I pazienti di una struttura sanitaria di Ancona sono stati fatti uscire in via precauzionale, sono in corso i controlli da parte delle squadre. Al momento non si segnalano persone coinvolte.

La scossa di terremoto è stata talmente forte da essere avvertita anche a Roma, nelle altre Regioni del Centro Italia, in Veneto e in Trentino-Alto Adige. Sono state una ventina le scosse di terremoto rilevate dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia al largo della costa marchigiano-pesarese. La più forte è stata di magnitudo 5.7 alle 7:07, poi un’altra di magnitudo 4 alle 07:12. Poi tra le 07:15 e le 07:35, l’Ingv segnala altre nove scosse da 3.6 a 2.4. In tutto una ventina, dopo le 7:07, le scosse che si sono susseguite di magnitudo superiore a 2. Nuova scossa alle 8;15 di 3.1, alla quale ne sono seguite altre cinque di magnitudo superiore a 2 in una ventina di minuti. L’epicentro è stato localizzato in mare, a 27 chilometri di distanza dalla costa, a una profondità di 8 chilometri.