Mar. Dic 6th, 2022

In un mondo moderno è difficile pensare ad una guerra su larga scala, eppure il sentore inizia ad essere quello di una guerra senza confini dai risultati incerti per tutti. L’unica certezza sarebbe una carneficina umana peggiore di quella della prima e seconda guerra mondiale. Sono trascorsi 80 anni dalla fine della seconda guerra mondiale, oggi si respira l’inizio di ostilità che potrebbero sotterrare la terra.

I media ricamano su ciò che accade in Ucraina. Si trasmette continuamente l’impressione che la prima potenza militare mondiale stia perdendo contro l’Ucraina. Le cronache raccontano questo ogni giorno. Dal canto suo la Russia proclama le regioni conquistate russe. Quindi non si capisce che sta vincendo e chi sta perdendo. Ma non è solo il conflitto russo-ucraino che deve preoccupare. La Corea del Nord ha iniziato a lanciare missili balistici e, anche in questo caso, non si capisce il fine. Una prova di forza contro lo strapotere americano, forse. Resta il fatto che è un’altra miccia che si potrebbe aprire. Altro fronte caldo è il discorso della Cina nei confronti di Taiwan. Anche in questo caso il discorso bellico porterebbe ad un conflitto ampio sempre nei confronti dell’America. Tre fronti diversi ma che hanno tutti lo stesso fine, dimostrare forza nei confronti dell’America che vuole espandere la Nato dappertutto. Ed è il suo unico scopo.

Ma a chi conviene una guerra mondiale, per giunta nucleare? Non dovrebbe convenire a nessuno, perché un conflitto con armi nucleari porterà solo alla distruzione di territori e alla morte di milioni di persone. La follia umana sta raggiungendo livelli massimi. Ognuno vuole dimostrare di essere più potente dell’altro, intanto le bombe atomiche ce le hanno quasi tutti, e se iniziassero a sganciarle, la morte è inevitabile per tutti. Invece di continuare a cercare a tutti i costi la guerra, non sarebbe meglio iniziare a ragionare sulla pace come ha chiesto lo stesso Papa Francesco, chiedendo al presidente ucraino di dialogare con la Russia. Invece Zelensky ha firmato un decreto che impedisce le trattative con il presidente russo. Quindi ora la trattativa non si può fare per legge dopo che Zelensky ha firmato il decreto. Sembra che questa terza guerra mondiale se la stiano cercando a discapito dei popoli europei che una guerra mondiale non gli interessa.