Gio. Ott 6th, 2022

RIMINI-La Polizia di Stato di Rimini, dalle prime luci dell’alba, ha eseguito l’ordinanza, con la quale, il Gip del Tribunale di Rimini ha disposto 18 misure cautelari nei confronti di altrettante persone responsabili di spaccio di sostanze stupefacenti correlato al “mondo della notte” della Riviera.

I poliziotti della Squadra Mobile riminese hanno inoltre disarticolato una fiorente attività di commercializzazione di sostanze vietate, in quanto farmacologicamente o biologicamente attive,  quali “Winstrol Depot”; “Rexogin”; “Trembolone” (steroidi anabolizzanti), tra persone che ruotano intorno al mondo delle palestre.

18 sono i destinatari delle misure cautelari: si tratta di cittadini italiani, albanesi e marocchini, nei confronti dei quali i poliziotti sono riusciti a documentare numerosi episodi di spaccio di sostanze stupefacenti (prevalentemente cocaina), nonché di compravendita illegale di sostanze dopanti per frequentatori di palestre.

L’indagine, coordinata dal sostituto Procuratore, dr. Davide Ercolani, trae spunto dall’arresto di un giovane magrebino; l’attività di indagine ha quindi permesso di acquisire “step by step” gli elementi sufficienti per chiedere e ottenere il provvedimento restrittivo eseguito in mattinata, con numerosi sequestri di sostanza vietate e stupefacenti.

Sono ancora in corso le perquisizioni.

La Polizia di Stato di Rimini ha messo in campo oltre 100 uomini con l’ausilio anche dei Reparti prevenzione crimine di Bologna e Reggio Emilia e delle unità cinofile.