Ven. Ago 12th, 2022

La vittima è una ragazza italiana di 21 anni, aveva appena preso un treno regionale diretto da Albairate a Milano. Entrata nel vagone del treno insieme a lei, a bordo del vagone, c’era soltanto un egiziano. Partito il treno, lui ha cambiato posto, sedendosi accanto a lei, ha preso il cellulare e ha fatto partire un video porno. Poi si è sbottonato i pantaloni e ha cominciato a masturbarsi. La studentessa, spaventata, si è allontanata ma è stata subito raggiunta e afferrata dall’uomo che ha cominciato a palpeggiarla. La ragazza è riuscita a divincolarsi e scappare, ma ancora una volta è stata bloccata dall’aggressore che l’ha trascinata in un angolo e abbracciata tentando di abbassarsi i pantaloni. Per la seconda volta la ragazza è fuggita e, dopo aver attraversato due vagoni completamente vuoti, si è imbattuta in un passeggero e, dopo aver chiesto aiuto, ha chiamato il 112. Non appena il treno è giunto in stazione l’egiziano ha tentato la fuga correndo lungo il marciapiede della stazione. Ma il capotreno ha allertato i militari che erano in sosta in stazione indicando un uomo che si stava allontanando dopo aver aggredito una ragazza. Uno dei militari con uno scatto repentino ha rincorso l’uomo ed è stato ammanettato poco lontano dalla stazione di Trezzano sul Naviglio. Per il 21enne si sono aperte le porte del carcere di San Vittore.