Ven. Set 30th, 2022

Quanti soldi si pendono per comprare armi, tanti, troppi, fuori misura come costi. Eppure se tutto quello che le nazioni spendono per comprare armi, che servono per uccidere essere umani, si spendessero per comprare cibo, non ci sarebbe un angolo di mondo senza cibo. Eppure i governanti mondiali lo sanno che ci sono bambini che non hanno nulla da mangiare, e arrogantemente continuano a produrre e comprare armi come se niente fosse.

È un controsenso che non trova giustificazioni. Non si può lasciare un bambino a digiuno. Come non è giusto spendere miliardi e miliardi di dollari per produrre armi. È fuori luogo. Un mondo perfetto guarderebbe alla fame dei bambini e non certamente alle armi. E come se la guerra nutrisse più del cibo. O forse nutre una parte di affari che ruotano intorno alle guerre?

Bisogna smetterla di spendere risorse dei popoli per comprare armi o costruirle. Le risorse vanno investite per garantire cibo a tutti. Come vanno spese per garantire la democrazia lì dove è inesistente. Soprattutto non è più tollerabile che esistono angoli nel mondo dove i più piccini mangiano macerie per avere la sensazione di sazietà. La fame nel mondo è sotto gli occhi di tutti, popoli compresi, ma nessuno muove un dito affinché essa scompaia dal vocabolario umano.