Dom. Lug 3rd, 2022

ROMA- L’estate 2016 ha visto il consueto incremento dei servizi della Polizia Ferroviaria in relazione al maggior afflusso di viaggiatori. Nel periodo interessato dagli spostamenti vacanzieri sono state impiegate oltre 49.950 pattuglie in stazione e quasi 9.200 a bordo treno. Nell’intero arco temporale sono stati scortati 19.702 convogli ferroviari (con una media di 214 treni al giorno). Sono stati inoltre predisposti 3.737 servizi antiborseggio in abiti civili, sia negli scali che sui convogli. Grazie a tale dispositivo la Specialità ha tratto in arresto ed indagato in stato di libertà rispettivamente 311 e 3.021 persone, procedendo complessivamente a 219.719 controlli. Sono stati 105 gli autori di furto, cosiddetti L.O.F. (Ladri Operanti in Ferrovia), sorpresi in flagranza di reato, sia in stazione che a bordo treno.

L’attività di contrasto ai furti di rame che, in ambito ferroviario, si traducono spesso in ritardi alla circolazione dei treni e consistenti disagi per i viaggiatori, si è esplicata in oltre 600 controlli ai centri di raccolta e recupero metalli, in circa 1.600 servizi di pattugliamento delle linee ferroviarie ed in 300 servizi di controllo su strada a veicoli sospetti. Tale dispositivo ha consentito il recupero di oltre 11 t del cosiddetto “oro rosso” di provenienza furtiva, l’arresto di 10 persone e la sottoposizione ad indagini preliminari di 32 soggetti.

E’ altresì proseguita l’azione di contrasto al fenomeno dell’abusivismo nelle principali stazioni ferroviarie con 197 servizi di controllo straordinario del territorio e la conseguente sanzione nei confronti di chi è stato sorpreso ad esercitare attività commerciali senza le previste autorizzazioni e, più in generale, ad arrecare molestie ai viaggiatori.

Il personale della Specialità nel solo periodo estivo ha rintracciato oltre 400 minori.

Compiendo un raffronto con l’analogo periodo dell’anno precedente, il dispositivo di sicurezza approntato e l’attività complessivamente espletata, hanno fatto registrare una riduzione degli episodi di criminalità predatoria pari al 26%, con un calo dei furti in danno dei viaggiatori del 25%. Gli altri dati inerenti la delittuosità dello stesso periodo lasciano emergere una diminuzione di alcuni fenomeni (rapine -43%, danneggiamenti -22%, frodi -56%).

E’ proseguita, anche quest’anno, la campagna “Stai attento! Fai la differenza”, organizzata dalla Polizia Ferroviaria in collaborazione con le Ferrovie dello Stato Italiane,  per richiamare l’attenzione dell’utenza ferroviaria sui comportamenti che maggiormente risultano esposti al pericolo di furti o truffe, pericolo che aumenta notevolmente nei periodi di maggior flusso di viaggiatori e dunque soprattutto nella stagione estiva.