Gio. Ago 18th, 2022

Hanno bisogno di visibilità, di ritornare al centro dell’attenzione mediatica, è questo l’unico scopo dei sindaci di sinistra in rivolta contro il Dl sicurezza, che mette al centro di tutto la sicurezza per i cittadini italiani. Usano la questione immigrati per trovare un appiglio di visibilità. C’è una legge fatta dallo stato, questa legge va rispettata come farebbe un comune cittadino italiano. Giusta la risposta di Salvini: “Rispenderanno penalmente perché la legge è stata approvata dal parlamento”.

La sinistra è finita in tutta Europa, ancora di più in Italia, dove ogni soggetto che nasce muore il giorno dopo la disfatta elettorale. Ora signori scomparsi dalla scena politica nazionale, ma accusati di non aver fatto il bene della città che amministrano, sono tornati ad agitarsi e in Salvini cercano una resurrezione. Usano Salvini perché non hanno proposte serie per far risuscitare la sinistra, quindi si basano sulle stesse politiche che li ha fatti scomparire.

Gli italiani però sono con Salvini, stanno ignorando la protesta dei sindaci di sinistra. Finora gli immigrati sono stati più usati che aiutati. Salvini è riuscito a compattare la sinistra, il Nord e il Sud, democratici e para democratici e li ha fatti arrivare sino all’estremo paradosso. Leggere le note di sindaci e governatori del Pd, non sembra di abitare in Italia ma di vivere in un territorio occupato.

La cosa bella della nostra Italia che, per fortuna, esiste ancora la sovranità popolare, ed è il popolo a decidere chi deve governare e chi deve stare all’opposizione. Questi signori possono dimenarsi quanto vogliono, ma se il popolo lì rifiuta, essi saranno sempre messi in disparte.  Finora la sinistra ha solo preso batoste continue, ed è stato il popolo sovrano a rifiutarli. Oggi sbraitano, domani staranno in silenzio, perché al momento la stragrande maggioranza degli italiani vuole che la vicenda immigrati finisca per sempre.