Mar. Ago 9th, 2022

Sta diventando una moda attribuire al paese il termine mafiosi. Al sud la situazione è ancora più grave, poiché a volte si finisce nelle maglie dell’antimafia da innocenti, per uscirne ci vogliono anni e anni di processi, ma la vita è già stata segnata. Per combattere le mafia basta creare strumenti investigativi all’avanguardia per stanare i veri criminale.

Non sempre misure antievasione e cifrature di gettito vanno a braccetto. Ma in nome dell’evasione si tende di distruggere le mafie, ma alla fine sembra che a rimetterci sono sempre persone che con la mafia non hanno nulla a che vedere. Nella prima repubblica era un vizio di forma far ruotare le manovra intorno all’evasione. Oggi il governo giallorosso torna ad usare la stessa tecnica per superare le vere difficoltà del paese.

C’è il concreto rischio che questo paese sia posto alla berlina per un qualcosa, la lotta alle mafie, che è una debolezza dello stato. Ogni giorno si registrano indagati e arresti tra parlamentari, sindaci e altro, ma poi dopo dieci anni bisogna prendere atto che la giustizia ha fatto il suo corso e la maggioranza di loro sono innocenti. Va ribadito un concetto fondamentale: il 95% del popolo italiano è onesto, il 5% è disonesto e malavitoso. Ciò non significa che siamo tutti mafiosi. Quello che preoccupa è che ogni cittadino può incappare nelle maglie della malagiustizia che combatte le mafie, vedersi la vita distrutta, e poi risultare innocente dopo anni ci processi e soldi spesi per difendersi. Gli avvocati difensori costano. Purtroppo ogni giorno bisogna scrivere di sindaci, parlamentari, imprenditori, cittadini comuni, assolti perché il fatto non sussiste o perché il reato è andato in prescrizione, poiché la lungaggine della giustizia italiana non è nemmeno capace di portare a termine il percorso dibattimentale in breve tempo. Questi errori costano cari sia ai cittadini sia allo stesso stato, che deve pagare gli innocenti. Ma quello su cui bisogna smetterla è far credere al mondo esterno che ormai in questo paese sono tutti mafiosi o collusi con la mafia.