Mar. Mag 24th, 2022

Un inferno quello che è successo a Trieste prima delle 17. Secondo le prime ricostruzioni, due uomini, due fratelli, portati in questura per alcuni accertamenti avrebbero avuto una colluttazione con gli agenti che sarebbe sfociata poi in una sparatoria. Uno dei due, dopo aver chiesto di andare in bagno, avrebbe aggredito un agente ingaggiando una colluttazione con lui e sarebbe riuscito a impossessarsi della sua pistola, con la quale ha esploso dei colpi. Nella colluttazione sono rimasti feriti due agenti di 30 anni che sono morti poco dopo. Nella sparatoria sarebbero rimasti feriti altri tre agenti e uno dei due fratelli aggressori. Nessuno di questi quattro sarebbe in pericolo di vita. L’uomo che ha sparato è stato arrestato, l’altro ha provato a fuggire ma è stato bloccato.

Secondo una nota della stessa Questura “I due fratelli autori della sparatoria erano stati accompagnati in Questura da personale delle Volanti dopo un’attività di ricerca del responsabile della rapina di uno scooter, avvenuta nelle prime ore del mattino. “Per motivi in fase di accertamento – si legge nella nota – uno dei due ha distolto l’attenzione degli agenti e ha esploso a bruciapelo più colpi verso di loro. Entrambi hanno tentato di fuggire dalla Questura, ma sono stati fermati”.