Mar. Ott 4th, 2022

ROMA- Ennesima presa per i fondelli dei moralisti della politica. E sì, perché lo stato sulle sigarette guadagna un sacco di soldi, e sapendo che i fumatori difficilmente possono fare a meno della sigaretta, si permette il lusso di fare qualsiasi legge contro il tabacco. Ma se solo per un pizzico i fumatori dimostrassero di avere un pizzico di intelligenza manderebbero in fumo le pretese dello stato. Smettere di fumare tutti insieme, così lo stato perderebbe miliardi di euro e, finalmente, per una volta sarebbe lo stato a prenderla in quel posto.

Ma così, purtroppo, non è, e lo stato continua le sue strette sul fumo: Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha messo a punto un decreto legislativo che, recependo la “direttiva tabacco” dell’Unione europea, introdurrà una raffica di misure severissime per contrastare il fumo.

Sui pacchetti di sigarette, il 65%, dovranno contenere immagini di persone nel letto di ospedale o macabri particolari di corpi malati a discapito del nome del produttore che avrà sempre meno spazio. Sarà poi vietato fumare in auto alla presenza di bambini o donne incinte o nelle vicinanze dei reparti di pediatria e ginecologia. Come anticipa oggi Repubblica, verranno, invece, rimosse le indicazioni sul contenuto di catrame, nicotina e monossido di carbonio perché, secondo gli esperti del ministero della Salute, rischiano di ingannare il consumatore. E ancora: verranno rimosse dal mercato le confezioni da 10 e i sacchetti di tabacco sfuso da 30 grammi perché, costando meno, sono più appetibili per i giovani che iniziano a fumare.

Anche per i commercianti ci sarà un giro di vite, infatti, saranno obbligati a esporre i pacchetti con le macabre immagini ben visibili al fumatore prima dell’acquisto. Dovranno poi stare molto attenti a chi venderanno i pacchetti. Se sorpresi a vendere ai minorenni, saranno sanzionati con multe da mille a quattromila euro e con la sospensione di tre mesi della licenza. In caso di recidiva, la sanzione pecuniaria raddoppia e la licenza viene revocata del tutto.

Ma invece di fare tutto sto casino, e se si vuole veramente salvaguardare del tutto i cittadini fumatori, non è meglio che lo stato metta la bando del tutto le sigarette e pone fine a questa falsa. Ma come dicevo all’inizio, lo stato ci guadagna miliardi di euro e mai rinuncerebbe a questo enorme incasso, quindi, per concludere, sono le solite barzellette della politica italiana.