Gio. Mag 26th, 2022

C’è chi dice che si tratta di un’influenza, chi dice che è un pericolo, ma di certo non si sa con chiarezza cos’è questo coronavirus. Si sta trattando il virus molta leggerezza e molta superficialità. Sin dall’inizio si diceva che era tutto sotto controllo, gli italiani ci hanno creduto. Poi, in meno di 48 ore, si scopre che l’Italia è stata colpita in pieno dal virus, ed ora ci ritroviamo con dieci paesi isolati e in quarantena.

Si fanno tante chiacchiere in TV, tutti maestri, ma quella che deve essere la verità, non esce fuori. Nessuno spiega con esattezza cos’è il coronavirus e quali sono i reali pericoli che corriamo. I cittadini hanno il diritto di essere informati a dovere, e non certamente attraverso semplici supposizioni, altrimenti anche chi deve spiegare evidentemente non sa nulla nel concreto.

L’Italia è stato il primo paese ad adottare provvedimenti per contrastare il fenomeno che arrivava dalla Cina. Siamo stati tra i primi a bloccare i voli da e per la Cina, ma gli altri paesi europei non l’hanno fatto. Dalla cina i cinesi residenti in Italia sono tornati con voli di altre rotte, quindi si partiva dalla Cina con scalo ad esempio a Parigi, poi volo per l’Italia, e tutto era regolare. Quindi c’è stato il rischio che chi si è recato a festeggiare il capodanno cinese, è ritornato in Italia, anche se in buone condizioni fisiche, si può rivelare portatore sano del virus.

Al di là di ogni superflua considerazione, è necessario che i cittadini siano messi al corrente su tutto, e non attraverso una serie di esperti, che ognuno spara la sua, ma da un organismo deputato dallo stato che possa spiegare alla lettera i rischi di questo coronavirus.