Mer. Feb 8th, 2023

RIETI- Ad Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto è stata una notte d’ansia per il continuo sciame sismico che da ieri continua imperterrito ad interessare le zone colpite dal terremoto. L’ultima scossa questa mattina che ha superato il quarto grado. Le operazione di soccorso sono andate avanti per tutta la notte senza sosta. I vigili del fuoco, protezione civile e volontari hanno continuato a scavare alla ricerca di vite umane ancora sepolte sotto le macerie.

Lo sciame sismico ha fatto registrare più di 300 scosse nell’arco di 24 ore, continuando a mettere angoscia alle persone. Nella notte vi sono state altre 60 scosse, la più forte del 4,5 alle 5.17.

Il numero delle vittime potrebbe lievitare ancora di molto e superare quelle dell’ultimo terremoto dell’Aquila. si teme per la sorte di una settantina di turisti che erano ospitati nell’Hotel Roma e che risultano dispersi. Questa notte si è dormito all’aperto, sull’asfalto, nelle auto.

Le attività di ricerca sono proseguite nel corso di tutta la notte e proseguono tuttora. Il tragico bilancio delle vittime, comunicato dalle Prefetture di Rieti e Ascoli Piceno, si è aggravato: 190 sono i morti in provincia di Rieti, 57 quelli in provincia di Ascoli Piceno.