Mar. Ott 4th, 2022

MILANO- L’attività investigativa della Polizia di Stato di Milano, coordinata dalla Direzione Centrale Polizia di Prevenzione (DCPP/UCIGOS), avviata lo scorso aprile, ha riguardato in particolare un cittadino tunisino di 35 anni e un pakistano di 27 anni.

Il primo aveva creato  l’account twitter Islamic_State_in_Rom e, insieme al complice pakistano, progetta il compimento di azioni terroristiche nel territorio italiano attraverso la medesima  piattaforma informatica. Messaggi minacciosi a firma Islamic State sullo sfondo di alcuni luoghi-simbolo italiani, a Roma e Milano.

“Siamo nelle vostre strade. Siamo ovunque. Stiamo localizzando gli obiettivi, in attesa dell’ora X”.  Questi alcuni dei messaggi, scritti a penna, in italiano, arabo e francese, su dei foglietti tenuti in mano e, sullo sfondo, alcuni  luoghi simbolo come il  Colosseo, il Duomo o la stazione di Milano. Immortalati anche mezzi della Polizia di Stato e della Polizia locale, fermate della metropolitana, tratti autostradali e bandiere dell’Expo.

terrorismo