Ven. Lug 1st, 2022

TRENTOLA- “Ancora incompetenza ed incapacità”. Il Sindaco di Trentola Ducenta e l’Amministrazione comunale rispondono alle accuse, lanciate dal PD attraverso un manifesto pubblico, di aver creato un debito di 19.000.000,00 di euro. “La classe dirigente del PD di Trentola Ducenta – scrive l’Amministrazione – non potrebbe amministrare nemmeno un condominio di tre unità abitative, considerato che non sa leggere un bilancio consuntivo. Il Conto di bilancio del 2014, infatti, come tutti sanno, è composto dalla parte attiva a dalla parte passiva. Prima di parlare avrebbero potuto consultare un ragioniere che avrebbe dato loro consigli e spiegazioni utili. E, forse, consultando il consuntivo anche nella parte dei residui attivi si sarebbero resi conto delle cifre e del loro significato che proviamo a spiegare sinteticamente: a fronte della cifra di 19.000.000,00 di euro cui fanno riferimento esiste un’altra cifra pari a 20.135.396,00 di euro di residui attivi. Ma c’è di più. Con Delibera di Giunta comunale n. 47 del 18.05.2015 è stato effettuato il riaccertamento straordinario dei residui, ex art. 3 comma 7 D. Lgs. 118/2011, con il quale i residui passivi scendono a 11.919.177,61 a fronte di una massa attiva di 13.352.638,00. Per maggiore chiarezza precisiamo che l’avanzo di amministrazione,  quindi l’attivo, è pari a + 1.982.000,00. Volevate sapere – continua Griffo – quali sono i debiti? Ecco le cifre più significative:

  • 493.000,00 di euro per l’acqua sono coperti dai ruoli acqua dal 2010;
  • 000.000,00 di euro per le acque reflue coperti dai ruoli per le acque reflue, indicati nella parte “entrate”;
  • 162,00 euro per via Circumvallazione, riportati nella massa passiva, sono coperti interamente da un finanziamento europeo;
  • 000,00 euro di passivo per il Cimitero di Ducenta rientrano nell’autofinanziamento per la realizzazione delle opere;
  • 000,00 euro per il Centro polifunzionale sono finanziati dalla Regione Campania;
  • 000,00 euro dei Paes provengono da un finanziamento regionale.

Quindi, tutte le somme non gravano sul bilancio comunale perché coperte da finanziamenti regionali o europei. Pertanto la massa debitoria è praticamente azzerata e l’anno cui fate riferimento si chiude con un attivo di + 1.982.000,00 euro (avanzo di amministrazione).

Se ciò non bastasse a chiarire le idee, per avere maggiori delucidazioni, siete invitati all’incontro pubblico presso la Sala consiliare comunale fissato per il 5 Ottobre alle ore 18.00… portatevi un ragioniere.

Caro segretario del PD, la prossima volta studi meglio le carte e non si lasci distrarre dal pensiero della candidatura… altrimenti con questi boomerang rischia non solo di non essere eletto, ma nemmeno candidato”.