Gio. Set 29th, 2022

GENOVA- Un delitto scaturito da una ennesima lite che è sfociata nell’accoltellamento di un uomo. È successo a Genova, dove un uomo, Alessio Rossi, è stato ucciso a coltellate dalla convivente a Genova Sampierdarena. La donna, una 40enne brasiliana, dopo aver minacciato il suicidio, è stata arrestata dalla polizia: agli agenti avrebbe detto di essersi scagliata contro il convivente per difendersi perché l’uomo la picchiava. L’uomo ferito ha tentato la fuga ma appena fuori l’uscio di casa è stramazzato a terra ed è morto. La donna invece si è barricata in casa minacciando di gettarsi dalla finestra. E’ stata una giovane funzionaria di turno alle volanti della polizia a convincerla, dialogando ed entrando in confidenza con lei pur rimanendo dall’altra parte della porta, a desistere dai suoi propositi. La donna, un travestito che ha cambiato genere e stato anagrafico, regolarmente sposata con la vittima, è stata arrestata con l’accusa di omicidio. Alla polizia ha raccontato di aver commesso il delitto per difendersi: “L’ho accoltellato per difendermi, mi picchiava sempre, era violento e pretendeva che io ubbidissi a tutto, ormai non mi amava più e mi trattava come una schiava”.