Dom. Set 25th, 2022

Intorno a questa campagna elettorale non c’è grande interesse. Molte persone la stanno quasi ignorando, facendo salire il timore che l’astensione potrebbe essere molto elevata. È momento storico delicato per la politica italiana, che ormai ha incrementato il distacco tra politica e cittadini.

Un elettore su due ha seguito poco o niente la campagna elettorale d’agosto. Il dato emerge dal sondaggio di Nando Pagnincelli pubblicato sul Corriere della sera di giovedì 1 settembre.  Tra i meno motivati e interessati alle elezioni politiche ci sono persone dei “ceti meno abbienti, dagli operai, dai disoccupati e dai lavoratori autonomi”, le “casalinghe e le persone meno istruite” spiega il sondaggista. Gli indecisi e astenuti sono circa il 38 per cento, un bacino che potrebbe dimostrarsi determinante da qui alle elezioni.

L’astensione potrebbe rivelarsi il primo partito italiano, determinando una situazione poco piacevole per i partiti, poiché chiunque vincesse le elezioni non rappresenterebbe la stragrande maggioranza del popolo italiano.