Ven. Lug 1st, 2022

Un satellite ha fotografato una lunghissima colonna di mezzi militari russi diretta verso Kiev: le immagini satellitari mostrano il convoglio che si snoda lungo gli oltre 60 chilometri di strada che vanno da Prybirsk, nei pressi di Ivankiv (che si trova a nord della capitale ucraina), fino all’area dell’aeroporto internazionale Antonov, alle porte di Kiev. A Kiev suonano le sirene dell’allarme bomba, dopo una notte relativamente tranquilla rispetto ai giorni scorsi.

Mentre da stamattina torna sotto attacco la città ucraina di Kharkiv, riferiscono media locali. Immagini televisive, rilanciate sui social media, mostrano una forte esplosione dopo quello che potrebbe essere un missile o una bomba detonata presso un edificio che la testata Kyiv Independent identifica come la sede del governo regionale.

Nel frattempo non si ferma l’esodo dei profughi che scappano dalla guerra. Il viceministro dell’Interno polacco ha riferito che circa 350mila persone sono entrate nel paese dall’Ucraina dall’inizio dell’invasione russa la scorsa settimana. “Nelle ultime 24 ore, 100mila persone hanno attraversato il confine polacco-ucraino”, ha detto Maciej Wasik all’emittente pubblica Polskie Radio 1. “In totale, da giovedì, ci sono già stati 350mila rifugiati”.