Lun. Nov 28th, 2022

ROMA- Parlano, parlano, ma non concludono mai nulla. L’Istat da i numeri e loro esultano, per poi verificare che quei numeri dicono tutt’altro, ad esempio sul lavoro, dove 2,8 milioni di lavoratori sono precari però rientrano in quella occupazione che aumenta. E loro esultano!!!

Purtroppo dal 1970 ad oggi abbiamo avuto la peggiore classe dirigente. Hanno fatto il peggio del peggio, e se guardiamo a quello che hanno combinato nella sanità, allora si capisce cosa sia questa classe politica. Gli ospedali italiani, soprattutto quelli del sud, non funzionano a dovere. Non ci sono posti letto, il personale scarseggia, i pronto soccorso non funzionano per via di una mancanza di personale. Eppure i signori politici gongolano e fanno credere ancora che loro sono i padreterni, ma non possono fare miracoli.

I miracoli si possono fare, basta non sprecare i soldi degli italiani, e tutto funzionasse a meraviglia. Allora dobbiamo scoprire, come a Palermo, come si è visto nella puntata di “Striscia la notizia” in onda venerdì 8 dicembre, quando l’inviata Stefania Petyx si è recata all’ospedale Cervello di Palermo, dove al pronto soccorso si registra una situazione davvero drammatica. A causa della mancanza di posti letto in reparto, i pazienti restano per giorni interi in corridoio dove solo i più fortunati riescono a ottenere una barella, mentre gli altri attendono sulle sedie. Politici, VERGOGNATEVI!!!

Ma questo non è l’unico caso di una malasanità costruita dai politici tutti, di tutti i partiti, e non si salva nessuno. In Campania non va  meglio, anzi, ci sono situazioni gravi pari o peggio di quelle di Palermo. Eppure c’è l’esultanza quotidiana di chi gestisce la regione facendo credere che tutto va bene. La sanità potrebbe funzionare bene solo se ci fosse un tantino più di responsabilità. Ma alla fine questi signori del potere continuano a puntare sempre il dito sulla sanità pubblica quando c’è da tagliare. Poi vogliono, spesso, anche far ricadere la colpa sui cittadini. La salute dei cittadini è un bene prezioso è va tutelata, e va garantita a tutti, sempre.