Ven. Ago 19th, 2022

Il nostro paese è riuscito a fare grandi cose autonomamente e senza intralci alcuni dopo la fine della seconda guerra mondiale. Un paese, il nostro, che non aveva nulla. Eppure saggi uomini sono riusciti a ripulirlo dalle macerie e farlo crescere diventando una delle prime potenze economiche mondiali. Hanno costruito fabbriche, scuole, aeroporti, autostrade, ammodernato il paese in tutto, ed ora, invece, ci troviamo ad un passo dal baratro.

La crisi economica venuta pochi anni dopo l’arrivo dell’euro ha causato enormi danni all’Italia. Il nostro debito pubblico è aumentato a dismisura proprio grazie alla moneta unica. Oggi l’Europa detta le condizioni al nostro paese togliendogli la libertà di decidere cosa fare per il bene del popolo. Il nuovo governo ha attuato una manovra che a differenza delle altre imposte dall’Europa, guarda con più interesse ai cittadini. Questo modo non piace a chi vuole comandarci e farci diventare schiavi senza decisione del potere europeo e mondiale.

Nelle ultime ore si parla di Troika com’è successo con la Grecia. Grecia che oggi vive nella piena incertezza e le persone sono in povertà nonostante per anni sono stati sotto la protezione della cosiddetta Troika. In Grecia nulla è cambiato, evidentemente la ricetta curativa dell’Europa è stata un fallimento totale. Ora lo stesso scenario si prospetta per L’Italia e a volerlo, guarda caso, è proprio la Germania, uno dei paesi che più di tutti incassa sulle disgrazie dei paesi membri in difficoltà.

Dobbiamo uscire dall’Europa prima che sia troppo tardi. Questo sistema ci sta rovinando e trascinando verso la povertà. Stiamo perdendo tutta la nostra economia. Sta accelerando il meccanismo di impoverimento  con la chiusura di imprese e commercio. Il sistema Europa è distruttivo e non porta nessun beneficio. Da quando siamo entrati nella moneta unica abbiamo solo subito guai. Dobbiamo uscire da questa Europa, altrimenti per noi sarà la fine.